domenica 31 gennaio 2010

Caspolada 2010







Seconda partecipazione a questa Caspolada in notturna ed è stata una bella soddisfazione. Giunta oramai alla sua decima edizione è diventata una classica del circuito delle ciaspolade, con ben 4.500 partecipanti! Sono numeri che fanno impressione, anche perchè gli spazi non sembrerebbero adatti ad un "fiume con le lampade" di queste proporzioni, eppure anche questa volta l'organizzazione è stata perfetta con numerosi ristori e punti di controllo su tutti i 9,6 km. del percorso illuminato da numerosissime torce. Anche la cena finale è stata buona con solo 3/4 minuti di attesa. Non è cosa molto semplice cucinare per 4.000 persone! Eppure il fatto che gli arrivi si diluivano nell'arco di qualche ora ha fatto si che riuscissero a fare tutto, servendo ai tavoli in modo molto ordinato e senza ressa. Poca neve ma sufficiente, con una temperatura di -3 sono state delle condizioni ideali. Il percorso è risultato molto meno impegnativo di quello della Val Paghera di due anni fa ma comunque, per il dislivello e il tracciato nervoso, è stata molto dura lo stesso. Oscar, Dipa, Roberta, Elena e Danilo formavano i 5 partecipanti del nostro piccolo gruppo alla competitiva. Meglio partecipare alla gara tra i veri mostri che restare imbottigliati nella bolgia! Peccato che questa gara non abbia molta risonanza tra gli abituali frequentatori della Val di Non, perchè a mio giudizio qui l'atmosfera è forse ancora più bella. Penso di aver corso ad un buon livello per i miei limiti e, anche se la gara sembrava non finisse mai, sono rimasto contento del cronometro. Avevo ipotizzato un'ora e 15 minuti ed ho impiegato dieci minuti in meno. Incredibile il tempo di Cassi con 39 minuti!!



video

domenica 17 gennaio 2010

Campionato brianzolo. Prima prova a Briosco







Primo appuntamento a Briosco del campionato brianzolo. Non verrò sicuramente classificato, causa un cavillo con il tesseramento Fidal, ma poco importa visto la classifica che mi vede nelle retrovie. Una partecipazione numerosa (142 i partecipanti nella mia categoria....) e molto qualificata, con alcuni dei soliti protagonisti finiti nelle posizioni di rincalzo e non al vertice. Ottimo il 4° posto di Simone B. Presenti anche altri orientisti, giovani e non.
Un percorso molto duro, con tanta salita (forse troppa per i miei gusti!) e numerose curve a gomito, piccoli fossati e fortunatamente con il terreno non troppo fangoso, che avrebbe reso ancora più dura la gara.
5,51 i km. dati dal mio garmin e conclusi in 25' 17"....tantissimo! Eppure mi era sembrato di correre bene. Il vincitore della massima categoria (uno che ha 1h. 07' sulla mezza...) dovrebbe aver concluso in poco meno di 19 minuti.



Ha partecipato anche un personaggio molto noto e benvoluto da tutti, non per le sue prestazioni sportive... che comunque non sono male. Logicamente è stato il più incitato e fotografato!



video

lunedì 11 gennaio 2010

S. Anna Pelago


Apprendo dal sito che la gara di sci-O prevista per la prossima domenica è stata annullata causa scarso innevamento...

non che mi interessi, perchè domenica ho già preso un impegno di una corsa campestre organizzatta da un amico, ma credo che questa immagine, presa da una webcam, sia di repertorio e non reale, altrimenti non si spiegherebbe l'annullamento.

Campra







Sciata a Campra in svizzera dove ho una neve lenta ma abbondante. Ho provato solo le piste rosse e blu, tra l'altro non tutte aperte, trovando anche sulla pista Bruno che è un abbonato del luogo. Per me era la prima volta ed è stata un'ottima esperienza. Unico neo forse la mancanza del sole che da queste parti arriva pochissimo dato che Campra si trova in una valle molto stretta, ma essendo stata una giornata all'inizio nuvolosa non si è sentito tanto il freddo. Pochi i km. percorsi (13) e altrettanto poco il dislivelllo, ma al tempo stesso faticosi.

video

Campestri

Sabato 16 gennaio cominciano le campestri del campionato brianzolo con la prima prova a Briosco. Domenica poi per chi vuole si replica a Paderno Dugnano con il trofeo Monga.
http://www.marciacaratesi.it/corsacamp.html
http://www.trofeomonga.it/

giovedì 7 gennaio 2010

Ciaspolada 2010




Consueto appuntamento con la ciaspolada. Ci si ritrova con Aldo e Andrea in zona partenza pochi minuti prima delle 10:30. Il clima è freddo ma sopportabile e la neve è sufficiente per fare una gara ottima senza l'ausilio della neve artificiale, che verrà sparsa solo nel tratto finale in paese. Io sono con Stephen e Joanna e incontriamo anche Ilaria. Il percorso e le distanze variano di anno in anno ma questa volta i km. si sono avvicinati alla realtà. Anche le misurazioni sul percorso erano attendibili, cosa molto apprezzata per capire quanta energia bisogna risparmiare per arrivare sani al traguardo! Parto mentre in contemporanea cerco di fare un video con la mia digitale: non credo di essere stato l'unico a fare una cosa del genere. Pochi secondi e mi ritrovo solo in compagnia di Stephen. Mi accorgo che ho di fianco anche Andrea mentre Ilaria sembra in fuga. Un km. dopo Stephen lascia la compagnia e piano piano si allontanerà dalla mia visuale, mentre non vedo più Andrea e Aldo (che immagino sia comunque davanti). In una deviazione, penso a Cavareno, incrociamo a 50 metri di distanza la testa della corsa che viaggia ad un ritmo per me incredibile! Non sembrava avessero ai piedi le ciaspole! Io invece soffro tremendamente anche le piccole salite. Sento male al ginocchio in discesa e una vescica sul tallone comincia a darmi fastidio. Male anche al fegato....che sia stato lo stinco di maiale? Comunque sono in una condizione migliore dell'anno scorso, anche se sono sempre più convinto che le ciaspole non siano per me, soprattutto in salita. Sull'ultima salita per entrare in paese mi pento di essermi iscritto ad una faticaccia così dura. La neve artificiale è come una sabbia finissima in cui si sprofonda e si arranca. Meno male che questa sofferenza durerà poco. Il traguardo ci aspetta 100 metri dopo una curva. Ho preso meno di tre minuti da Stephen e 21 dal vincitore! Credo di aver visto solo un orientista oltre a noi: G. Simion che si è piazzato nei primi 30. Che stia ritornando a dei livelli più consoni per la sua notevole classe? E' arrivato anche davanti ad un certo Bourifa, nostro vicino di tavolo all'hotel dove alloggiavamo: un tipo, questo è per chi non lo conosce, con un personale di 2 ore e 9' sulla maratona!

St. Felix


Oramai penso di essere alla mia quinta partecipazione consecutiva. Eppure questa gara di orientamento con le ciaspole mi diverte sempre molto. Una gara score, corsa sempre sulla stessa cartina ma che serve a prendere confidenza con la corsa stile gambe un po' aperte. Sono effettivamente negato per questa disciplina, soprattutto nelle salite dove mi sembra di fare doppia fatica rispetto agli altri. Se l'anno scorso mi sono salvato nello scontro diretto con Stephen per pochi secondi, quest'anno sono arrivato 13 minuti in ritardo! Complice anche la dimenticanza della lanterna 19 (3/4 minuti almeno persi nel ritornare a punzonarla) ed un trenino molto veloce a cui era impossibile attaccarsi con le mie qualità fisiche! Un peccato per il TOL che la partecipazione sia stata veramente ridotta. Uno sforzo mal ripagato probabilmente anche a causa del calendario che non consentiva delle scelte felici. Buon per noi comunque che siamo riusciti a parteciparvi. Ottima la location all'Hotel Greti ed il pomeriggio passato a Merano con anche un paio di ore spese alle terme: forse questo però è stato deleterio per il giorno dopo...la faticaccia della ciaspolada della Val di Non!

sabato 2 gennaio 2010

Sylvester 2009
















Positiva trasferta in Belgio per partecipare alla mia seconda Sylvester. Una piccola compagnia di 8 italiani, più le apparizioni di Elena e An, si è cimentata nelle cartine sparse per tutto il Limburg e anche in Olanda. Le preoccupazioni per le intense nevicate della settimana precedente si sono rivelate uun po' infondate dato che di neve ne abbiamo trovata, ma meno che a Milano. Per la prima tappa io e Remo azzardiamo la partecipazione in HE dato che si tratta di un WRE. Si trattava di un azzardo perchè nelle altre quattro tappe in HB non ci era consentito di sbagliare, avendo matematicamente già usato il nostro unico scarto. Chiaramente per me il WRE è finito malissimo, con una punzonatura sbagliata nel finale. Remo si era comportato dignitosamente per metà gara, finendo nelle retrovie dopo che la sua andatura andava progressivamente scemando...

Mi sono rifatto negli altri giorni, con "il meno peggio" fra di noi....altro che podio sicuro come pronosticato alla vigilia! La concorrenza in HB è stata abbastanza agguerrita, con delle medie del vincitore sempre di poco superiore ai 5' al kmsf. anche con il terreno innevato! Il clima è stato abbastanza clemente anche se nella quarta tappa ho patito molto freddo (sono io che sono un freddoloso perchè la temperatura non era per niente bassa...diciamo paragonabile alla pianura padana). Sono stato "il meno peggio" nel percorso n°4 perchè Remo oramai ha un'autonomia di 20/30 minuti, con la quale solitamente mi stava davanti per metà gara o solo nei punti più tecnici. Anche Ester in D35 aveva lo stesso percorso dell'HB (Oscar, Remo e Giorgio) sbaragliando la sua categoria con 4 vittorie su 5, lasciando solo una gara alle avversarie a causa di un fastidioso mal di gola. Anche nei confronti diretti con noi, tranne con il sottoscritto, si è trovata in positivo. Si è difesa bene Chiara in D14, arrivando sul terzo gradino del podio anche se i distacchi erano notevoli. Inarrivabili gli avversari per Francesco in H16 e Anna in DB. Per Alberto in H40 invece si è trattato di un ottimo allenamento con gare abbastanza lunghe da aggiungersi ai km. percorsi nelle settimane precedenti. Si sta preparando per difendere i suoi titoli nella prossima ed imminente stagione! La categoria HE è stata davvero combattuta con parecchi atleti di alto livello e delle medie velocissime. Alla fine l'ha spuntata il finlandese Wickholm, uno da 46esimo posto nel ranking mondiale. Per quanto riguarda le cartine di gara, solo una non mi è piaciuta: quella della terza tappa con un terreno semplice e veloce e parecchia strada asfaltata per delle scelte obbligate e poco divertenti. Le altre le ho trovate molto belle. Remo invece si è lamentato del tracciato dell'ultima tappa, corsa sulla cartina "Sahara": un posto ottimo per l'orienteering ma che in effetti aveva alcune tratte quasi da campestre. Aggiungerò a breve le cartine di tutte le tappe. La compagnia è stata ottima, come la scelta della casa persa in mezzo alla campagna (da scena comica i percorsi consigliati dai navigatori per raggiungerla). Forse abbiamo fatto poco i turisti, ma le ottime cene in casa mi hanno fatto dimenticare questo aspetto. Un grazie particolare alla famiglia Gatti per la accommodation ...con due MM maiuscole!

Alla prossima Sylvester! Ora mi aspettano le fatiche con le ciaspole in Val di Non e Vezza D'Oglio e...poi vedremo se sarò anche in grado di partecipare a una gara di Sci-O!